I PAESAGGI DELL'ENERGIA presso il CID fino al 31 ottobre 2020

Il Circolo d’arte e di cultura “Per le antiche vie” di Montereale Valcellina, con la collaborazione del Comune di Torviscosa e il sostegno di Edison, presenta la mostra “I paesaggi dell’energia: territorio, architettura, tecnologia”.
La mostra era stata inizialmente presentata nel 2015 con l’obiettivo di far conoscere il territorio, sia dal punto di vista naturalistico sia da quello degli impianti idroelettrici costruiti per sfruttare la forza delle acque. Le opere erano state esposte in un luogo simbolo dell’energia, la centrale “Antonio Pitter” di Malnisio, entrata in funzione esattamente 110 anni prima. La sua struttura possente di sassi squadrati a mano, marmo, acciaio, vetro e ghisa è un autentico capolavoro dell’architettura. Ha cessato la produzione nel 1988 e oggi è un importante museo dell’elettricità.
Le decine di immagini di fotografi affermati sono scattate in Valcellina, Val Cosa, Val Tramontina e nella pianura pordenonese. Alcune di esse offrono delle viste del tutto inedite, per realizzare le quali autori coraggiosi e spericolati si sono calati e arrampicati come alpinisti con l’aiuto di corde in luoghi impervi e difficilmente accessibili.

La mostra vuole essere anche un omaggio a tutti coloro che dall’inizio del ’900, con fatica ma anche con orgoglio si sono impegnati a costruire, gestire, mantenere efficienti macchine e infrastrutture e a quelli che in tempi più recenti con lucida visione del futuro e con tenacia hanno saputo trovare il modo di continuare a produrre in questi luoghi energia elettrica, artistica e culturale.
Accolta negli spazi del CID - Centro Informazione Documentazione in piazzale Marinotti, 1 a Torviscosa (UD) e curata da Vittorio Comina, questa nuova esposizione propone circa 80 di immagini straordinarie, scatti colti tra natura e mezzi di sfruttamento delle acque.
Oltre alle fotografie nuove create nel 2015, in mostra sono presenti anche 20 fotografie storiche. Infatti, il Comune di Torviscosa, nell’ambito di una straordinaria operazione di recupero dell’archivio dell’ex Snia Viscosa, ha reso disponibile un vero e proprio fondo fotografico costituito da migliaia di immagini prodotte a partire dagli anni Venti e fino alla metà degli anni Sessanta dallo studio fotografico Aragozzini-Crimella di Milano. Fra i materiali recuperati si trovano anche le fotografie dei lavori sull’asta del Meduna negli anni ’40, ’50, ’60, una parte delle quali concesse al Circolo “Per le antiche vie” per questa mostra.
La mostra sarà visitabile con ingresso libero fino al 31 di ottobre 2020, sabato e domenica dalle 15.00 alle 19.00.
Durante la mostra sarà disponibile il catalogo con tutte le immagini e i testi a corredo.

Per ulteriori informazioni: cellulare: 335 7625761 • e-mail: cultura@comune.torviscosa.ud.it • sito: cid.comune.torviscosa.ud.it